Vai al contenuto

Mansioni di livello superiore

Non è raro che i lavoratori subordinati svolgano mansioni che, secondo quanto stabilito dalla contrattazione collettiva, dovrebbero prevedere, oltre al riconoscimento di un livello superiore da parte del datore di lavoro, anche la consequenziale maggiorazione retributiva in busta paga, ossia il pagamento delle cosiddette differenze retributive.
Ciò lo si evince dal primo comma dell’art. 2103 c.c., secondo cui “Il lavoratore deve essere adibito alle mansioni per le quali è stato assunto o a quelle corrispondenti all’inquadramento superiore che abbia successivamente acquisito ovvero a mansioni riconducibili allo stesso livello di inquadramento delle ultime effettivamente svolte”, ed anche dal settimo comma dello stesso articolo, che afferma quanto segue: “Nel caso di assegnazione a mansioni superiori il lavoratore ha diritto al trattamento corrispondente all’attività svolta, e l’assegnazione diviene definitiva, salva diversa volontà del lavoratore, ove la medesima non abbia avuto luogo per ragioni sostitutive di altro lavoratore in servizio, dopo il periodo fissato dai contratti collettivi, anche aziendali, stipulati da associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale o, in mancanza, dopo sei mesi continuativi”.

Per differenze retributive si intendono gli importi che spetterebbero al lavoratore, ma che non sono stati riconosciuti e pagati dal datore di lavoro.

Esse possono concernere: 

  • il mancato riconoscimento del passaggio ad una qualifica o ad un livello superiore come previsto nei vari C.C.N.L.;
  • il mancato riconoscimento delle ore di lavoro straordinario prestate dal lavoratore;
  • l’erogazione di una retribuzione base inferiore a quella prevista dal C.C.N.L. di categoria;
  • le differenze retributive dovute alla mancata applicazione di scatti di anzianità;
  • le differenze retributive determinate da un errato inquadramento contrattuale del lavoratore;
  • la mancata erogazione di tutto o parte del T.F.R. al momento della cessazione del rapporto di lavoro.

L’attribuzione di differenze retributive per mansioni di livello superiore, esige la dimostrazione, in fatto, circa l’esecuzione di prestazioni che possano essere assimilabili, in astratto, nell’ambito di una qualifica professionale superiore (Trib. Rieti 19-7-2012 n. 486).

Il lavoratore può chiedere al datore di lavoro le differenze retributive maturate prima del formale riconoscimento del livello superiore, e ciò entro i limiti della prescrizione quinquennale che decorre dal giorno in cui sono state svolte le pretese mansioni superiori per la prima volta.

Il lavoratore, al quale non siano state pagate le differenze retributive, deve inoltrare, a mezzo di un legale, una contestazione scritta al datore in cui devono essere indicate le voci della retribuzione ed i relativi importi che non gli sono stati corrisposti.

Qualora il datore di lavoro rimanga inerte, il lavoratore, a seconda dei casi, può:

  • richiedere che il Tribunale emetta una ingiunzione di pagamento nei confronti del datore di lavoro;
  • attivare il tentativo di conciliazione davanti all’Ispettorato territoriale del Lavoro oppure in sede sindacale;
  • promuovere una causa ordinaria di lavoro.

La condanna del datore di lavoro a pagare le differenze retributive include sempre gli oneri contributivi seppur non richiesti dall’interessato, tanto che tutte le somme vanno liquidate al lordo e non al netto delle ritenute fiscali e previdenziali (Cass., ord. n. 16668/2020).

13 commenti su “Mansioni di livello superiore”

  1. Buonasera sono un lavoratore metalmeccanico, dal 2007 svolgevo il ruolo di capoturno e manutentore di macchinari in pressofusione in una fonderia , siamo stati assorbiti da una multinazionale perché la ditta per cui lavoravo e fallita.
    Mi riassumono con le solite mansioni ma mai mi hanno riconosciuto il livello di inquadramento cioè il 5 livello, sono sempre stato di 3 livello fino al 1014 e poi il 4 fino ad oggi pur avendo 12/15 persone sotto di me.
    Chiedo se posso richiedere il mio livello facendo una vertenza sindacale e farmi dare il mio.
    In una gradita risposta cordiali saluti.

    1. Buon giorno. Se le mansioni in concreto svolte sono da 3 livello, ha diritto a ottenerlo. Ci chiami per un approfondimento

  2. Buongiorno,
    sono un lavoratore con inquadramento al livello 3 del CCNL del Commercio. In realtà svolgo funzioni di livello 1. Il mio datore di lavoro mi riconosce oltra alla paga base del livello 3 un superminimo ass. che sommato alla retribuzione base porta la retribuzione totale a un livello vicino a quello del primo livello (soli 100€ in meno). La domanda è nel caso di contenzioso, potrei rivendicare la differenza retributiva tra primo e terzo livello comprensiva del superminimo (e quindi di soli 100€) o il superminimo andrebbe comunque aggiunto alla paga base del livello 1 (con una differenza di 400€ circa)? Grazie per la risposta.

    1. Buon giorno, il superminimo “assorbe” le eventuali differenze (quindi nel suo caso si possono chiedere solo 100 euro). Ogni caso però va approfondito nello specifico quindi non esiti a fissare un appuntamento con un nostro avvocato per una consulenza personalizzata.

  3. buongiorno lavoro presso una azienda chimica volevo chiedere se posso chiedere gli arretrati in quanto da quando mi anno assunto in E2 mi anno sempre fatto sVolgere mansioni al disopra per 5 anni e 8 mesi adesso mi hanno dato un aumento misero ho chiesto se era possibile avere qualcosa mi e stato detto di no ma posso chiedere gli arretati grazie

    1. Buon giorno. Si certo, se le mansioni svolte in prevalenza sono riconducibili a un livello superiore, e se non ci sono superminimi nella retribuzione che assorbono eventuali differenze retributive, le può richiedere.

  4. Buongiorno,
    sono stato inquadrato come operaio 4° livello metalmeccanico artigiano in una azienda che produce serramenti, mentre invece ho da subito e sempre svolto la mansione di impiegato addetto alla progettazione di essi, alla rilevazione in cantiere, agli acquisti ed anche, in parte con funzioni commerciali coi clienti…
    Percepisco 1350 euro netti, ma mi stavo chiedendo e Vi chiedo se non meriti un livello da impiegato e forse pure di 1° liv.
    grazie anticipatamente

    1. Buon giorno, la valutazione del livello corretto va fatta considerando le mansioni svolte in prevalenza. Per i livelli più alti è in genere richiesto il coordinamento e la responsabilità di più risorse.

  5. buongiorno lavoro nella mia azienda settore gomma plastica da 33 anni i primi 15 come operai poi 10 anni come capo reparto e gli ultimi 8 come assistente di produzione,ma non mi hanno mai riconosciuto il livello A ho solo il livello c, nei primi 15 anni mi hanno riconosciuto un superminimo di 250 euro, volevo chiedere se ora era possibile chiedere il livello A con gli arretrati, grazie

    1. Buongiorno, probabilmente si, anche se la posizione va analizzata e istruita. Tenga comunque conto che il superminimo “assorbe” le differenze di retribuzione tra i diversi livelli.

  6. Buonasera.
    Sono in possesso del diploma della scuola superiore in metalmeccanica.
    Sono stato assunto presso una ditta metalmeccanica nel febbraio 1996 con il primo livello.
    Nel giugno 1999 mi è stato assegnato il secondo livello di inquadramento.
    Nel gennaio 2000 mi è stato assegnato il terzo livello di inquadramento, il quale persiste tuttora.
    Mi hanno licenziato il 13 ottobre 2023 (……..)!

    Domanda: “Ho diritto di chiedere la differenza di retribuzione per la mancata assegnazione del livello (o livelli) più alto di inquadramento”?

    Grazie mille.

  7. Salve a tutti. Sono un operatrice ecologica e dal 2010 lavoro ho lavorato presso una ditta appattaltrice nei servizi di igiene urbana. Sono stata assunta col livello 2b e dopo 5 anni dall’assunzione mi spettava la maggiorazione a livello 2a ma non mi è mai stato riconosciuto. Adesso la ditta è fallita ed è entrata in appalto diretto una altra azienda da circa 10 mesi. Posso richiedere il passaggio di livello dato gli anni di servizio precedenti o devo aspettare nuovamente 5 anni?

    1. Le mansioni svolte presso la precedente azienda fallita non possono essere rivendicate nei confronti della nuova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *