Vai al contenuto

Licenziamento senza preavviso: di cosa si tratta?

Prima di entrare nella specifica del licenziamento senza preavviso, vediamo di distinguere tra licenziamento e dimissioni: si utilizza il termine licenziamento per definire l’atto di interruzione del rapporto di lavoro che proviene dal datore di lavoro. Le dimissioni sono invece l’atto di interruzione del rapporto di lavoro ad impulso del dipendente. 

Per licenziamento senza preavviso si intende quindi l’atto di recesso intimato dal datore di lavoro al lavoratore con effetto dal momento dell’intimazione. 

Quando può avvenire un licenziamento senza preavviso?

La legge prevede la possibilità che il licenziamento avvenga senza preavviso qualora si verifichi un fatto tanto grave da non consentire la prosecuzione anche solo provvisoria del rapporto di lavoro. Si tratta quindi della ricorrenza di una giusta causa di licenziamento, che si verifica quando alla base del licenziamento ci sono fatti tanto gravi da ledere irrimediabilmente il vincolo fiduciario e non consentire la continuazione del lavoro. 

Di norma i contratti collettivi elencano i casi di licenziamento senza preavviso. 

Bisogna però considerare che si tratta sempre e solo di elenchi esemplificativi e che compete solo al giudice valutare la sussistenza di una giusta causa di licenziamento nel singolo caso.

In linea generale il licenziamento senza preavviso si configura senz’altro in caso di rissa sul lavoro, di furto, di danneggiamento volontario, di grave insubordinazione, di assenza prolungata e ingiustificata dal lavoro

Al di fuori di casi come questi, che sono semplici, ci sono singole ipotesi di licenziamento che sono ai confini tra la sussistenza e l’insussistenza di una giusta causa. 

Quando ci si trova di fronte a un licenziamento senza preavviso il lavoratore deve valutare se impugnarlo. A tal fine, è assolutamente necessario rivolgersi a un professionista qualificato, un avvocato del lavoro che possa consigliare e adeguatamente assistere il dipendente nel singolo caso. 

Nella nostra esperienza abbiamo affrontato migliaia di cause di licenziamento e siamo quindi in grado di indicare al lavoratore se il licenziamento senza preavviso è giustificato o meno, maturando quella sensibilità giuridica necessaria a valutare il singolo caso. 

Ricordiamo infine, come già detto all’inizio dell’articolo, che benché l’espressione licenziamento venga utilizzata anche per il caso di dimissioni (si usa nel linguaggio comune l’espressione “mi sono licenziato”) il licenziamento è solo l’atto del datore di lavoro. 

Tuttavia, anche per il caso di dimissioni senza preavviso valgono le stesse regole: sono consentite a fronte di un fatto tanto grave da non consentire la prosecuzione anche solo provvisoria del rapporto.

Mi chiamo Andrea Mannino e sono un avvocato specializzato in Diritto del Lavoro

Rivolgiti a me per qualunque problema legato alla sfera lavorativa.

20 commenti su “Licenziamento senza preavviso: di cosa si tratta?”

  1. Buongiorno, ho avuto contratto di lavoro per 3 mesi,poi ano prolungato per altri 4,ora sono in malattia, dopo malattia posso fare immediatamente licenziamento. Grazie.

    1. Il contratto a termine scade naturalmente a scadenza, senza bisogno di un atto interruttivo di una delle parti (licenziamento o dimissioni). Al termine, se ricorrono le condizioni, potrà chiedere la naspi.

  2. Mi chiamo Mary sono un oss.
    Il 29 novembre 2022 sono stata licenziata senza preavviso per assenza ingiustificata. Ho avuto un procedimento disciplinare che ho contestato con il mio avvocato.
    Mi era stato assegnato un fuori turno per delle limitazioni dopo visita con il MC. Non ero una risorsa che sopperiva alla mancanza di altro personale oss ero un di +(supporto).
    Nonostante tutto sono stata spostata di reparto anche se in tempi passati in seguito ad altri brevi periodi di lavoro limitativo avevo sempre espletato turnazione presso il mio stesso reparto. Lavoravo per una CRA, ente locale pubblico. Contratto indeterminato dal 2010.
    Ho inviato motivazioni scritte e l’amministrazione non ne ha tenuto affatto conto. Ho impugnato il licenziamento. La controparte non si presentata per cui la pratica è stata archiviata. Non volevo ottenere un reintegro ma un risarcimento.
    Chiedo se posso fare domanda di Naspi.
    Cordialità Mary 🙏

  3. ciao sono zaon e possible che il mio datore di lavoro mi licenza senza motivo avendo gia 3mesi di contratto in corso di validità?? aiutarmi

    1. Buon giorno, la questione è posta in maniera generica per poterle rispondere. Le suggeriamo di chiamarci per fissare un appuntamento di consulenza.

  4. ho avuto un infortunio di due settimana poi inail mi ha detto di rivolgermi al mio medico sono rimasto in malattia fino al 1 giugno avvisando al lavoro con messaggio che rientravo il 5 giugno non ricevendo risposta sabato ho chiamato per 3 volte il datore di lavoro non rispondendomi ho lasciato due messaggi se poteva dirmi l orario di partenza non avendo risposte mi sono presentato al lavoro alle ore 8.20 e mi sentivo comunicare che sarei stato in ferie a tempo chi lo sa? possol icenziarmisrnza dare il preavviso grazie

    1. Buon giorno, per quanto molto spiacevole, la situazione descritta non appare tanto grave da non consentire la prosecuzione, anche solo provvisoria del rapporto di lavoro. Può valutare piuttosto di scrivere che è a disposizione per riprendere servizio con decorrenza della normale retribuzione e che contesta l’imposizione di periodi di ferie non concordati.

  5. Salve ho un contratto di lavoro a tempo determinato. Doppi aver commesso un errore sul posto di lavoro il datore mi ha detto di andare a casa, licenziandomi può essere considerata una giusta causa di licenziamento senza preavviso? Grazie

    1. Buongiorno, il datore di lavoro avrebbe dovuto farle una contestazione disciplinare; lei avrebbe dovuto avere il tempo per rispondere e poi eventualmente sarebbe potuto arrivare il licenziamento che lei avrebbe potuto impugnare. Se così non è avvenuto, è probabile che il comportamento del datore di lavoro sia illegittimo ma la vicenda andrebbe approfondita meglio. Può valutare di chiamarci in studio per fissare un appuntamento.
      Cordiali saluti

  6. sono stata licenziata senza preavviso. avevo detto che mi sarei licenziata e un giorno dopo ho ricevuto la mail di licenziamento. loro mi devono pagare il mese completo?
    cati Silva
    grazie

    1. Buongiorno
      dipende dal tipo di licenziamento che è stato intimato. Se è per giusta causa non viene riconosciuto il preavviso e il rapporto cessa il giorno del licenziamento; se è per giustificato motivo deve essere riconosciuto il preavviso che nei termini di durata e decorrenza è diverso a seconda del contratto collettivo applicato. Non esiti a contattarci per valutare se impugnare il licenziamento.

  7. Salve mi chiamo Antonello, ho ricevuto una lettera di contestazione disciplinare con sospensione cautelare dal servizio, dopo 10 giorni mi hanno richiamato al lavoro (ma non mi hanno rilasciato nessun esito del provvedimento disciplinare) ho lavorato 2 giorni e poi sono andato in ferie (tutto provato dalla busta paga) e mentre ero in ferie (circa 15 giorni dopo essere tornato al lavoro) ricevo il licenziamento per giusta causa senza preavviso (relativo ai fatti del procedimento disciplinare)…… è normale una cosa del genere? grazie

    1. Buongiorno, non è detto che il comportamento del datore di lavoro sia illegittimo. Non è sicuramente un comportamento frequente ma potrebbe essere legale. Dovremmo approfondire la posizione per poterle rispondere in maniera esaustiva. Non esiti a contattarci in caso di necessità.

  8. Ho ricevuto con raccomandata il licenziamento dal 31/12/23, per motivo oggettivo, mi chiedevo se devo fare qualcosa per avere il compenso spettante per mancato preavviso o no, e nel caso quando dovrei ricevere quello che mi spetta?

    1. Se non le è stato chiesto di lavorare durante il preavviso, dovrebbe trovare la corrispondente indennità sostitutiva nel cedolino di chiusura del rapporto.

  9. Mio figlio ha ingiuriato e minacciato il datore di lavoro. Il giorno dopo è stato licenziato per giusta causa. E’ legittimo il licenziamento senza la procedura di contestazione?

    1. Buongiorno, è sempre necessaria la contestazione disciplinare. Quindi il licenziamento senza procedura di contestazione (salvo casi particolari, es. lavoro domestico) è illegittimo. A seconda delle situazioni specifiche è possibile ottenere un risarcimento del danno e/o la reintegrazione sul posto di lavoro. Le suggerisco di rivolgersi ad un avvocato del lavoro per tutelarsi. Cordiali saluti

  10. Salve possono licenziarmi senza preavviso e senza motivo? avevo un contratto determinato prima mi hanno fatto 2 mesi poi 1 mese l’ultimo da 3 mesi

    1. Buongiorno, cosa intende per “licenziarmi senza preavviso”? Intende che non rinnovano o prorogano il contratto a termine alla scadenza? Se la domanda fosse questa la risposta è si. Se invece intende sapere se possono licenziarla prima della scadenza del termine la risposta è no, salvo che il recesso sia per giusta causa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *