Contattaci

02 2440278

Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10 - 13

Email

info@dirittilavoro.it

Home Contratti di Lavoro

Contratti di Lavoro

Il contratto di lavoro diverge della lettera di impegno all’assunzione. Cosa fare? Come noto, a norma dell’articolo 1337 del c.c. (rubricato “Trattative e responsabilità precontrattuale”) “Le parti nello svolgimento delle trattative e nella formazione del contratto, devono comportarsi secondo buona fede“. Si tratta di buona fede oggettiva che impone alle parti di comportarsi correttamente sotto il profilo della lealtà e della tutela degli interessi dell’altra parte per non incorrere in comportamenti, dolosi o colposi, lesivi della libertà negoziale altrui, identificandosi soprattutto...

Cambiare lavoro oggi è una scelta difficile e non solo perché è difficile trovarlo ma anche perché lasciarlo significa perdere le "vecchie tutele" dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori. Se, infatti, per chi lavora nelle grandi imprese oggi è prevista una tutela, in caso di licenziamento ingiustificato, che va dalla reintegrazione ad un risarcimento compreso tra le 12 e le 24 mensilità, i lavoratori che trovano lavoro oggi nelle grandi imprese rischiano, di fronte a un licenziamento illegittimo, un piccolo risarcimento...

Il 20 marzo 2014 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale un decreto legge (si badi, quindi: non una legge o un decreto legislativo ma un provvedimento d’urgenza, con efficacia di legge, che deve essere oggetto di conversione entro 60 giorni) che è intervenuto sulle regole di contratti a termine e apprendistato. Il provvedimento sembra muoversi verso una direzione che assume il contratto a tempo determinato quale strumento contrattuale diffuso e con il quale avviene normalmente l’assunzione. Ed infatti, dallo scorso 20 marzo,...

Definizione L'apprendistato è un contratto di lavoro caratterizzato da un contenuto formativo: il datore di lavoro, oltre a pagare la retribuzione all’apprendista per il lavoro svolto, è obbligato a garantire all’apprendista la formazione necessaria per acquisire competenze professionali adeguate al ruolo e alle mansioni per cui è stato assunto. L’apprendista ha, a sua volta, l’obbligo di seguire il percorso formativo che può essere svolto internamente o esternamente all’azienda. Ci sono tre tipi di apprendistato: Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale Apprendistato...

Definizione E' un contratto di lavoro subordinato, a termine o a tempo indeterminato, che prevede un orario inferiore al normale orario di lavoro, ossia rispetto a quello a tempo pieno. Il lavoratore part-time ha diritto allo stesso trattamento dei lavoratori assunti a tempo pieno. Per quanto riguarda la retribuzione, ha diritto alla stessa paga oraria del lavoratore a tempo pieno, ma la sua retribuzione complessiva - compreso il trattamento economico per malattia, infortunio e maternità - è calcolata in proporzione al numero...

Definizione E' il contratto di lavoro che prevede un termine finale, una durata prestabilita. Al di là del termine finale, il lavoratore a tempo determinato ha diritto allo stesso trattamento dei lavoratori assunti a tempo indeterminato che svolgano la stessa attività, o che abbiano lo stesso inquadramento contrattuale. In particolare, al lavoratore a termine spettano le ferie, la gratifica natalizia, la tredicesima mensilità, il trattamento di fine rapporto e ogni altro trattamento in atto nell'impresa, a meno che non sia obiettivamente incompatibile con la...

Definizione È il contratto con cui il lavoratore si impegna, a fronte del pagamento di una retribuzione, a prestare la propria attività lavorativa a favore del datore di lavoro, sotto la direzione e sulla base delle indicazioni di quest'ultimo, senza vincolo di durata. Questo tipo di contratto è la forma comune di rapporto di lavoro, cioè la forma da utilizzare di regola per le assunzioni. Conoscere gli elementi che caratterizzano il contratto di lavoro subordinato e a tempo indeterminato è molto importante perchè...

Le rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite anche da lavoratori che siano iscritti ad associazioni sindacali non firmatarie del contratto collettivo applicato in azienda. Lo scorso luglio 2013 la Corte Costituzionale si è pronunciata sulla costituzionalità dell’art. 19 dello Statuto dei Lavoratori che, come noto, è la norma che regola i requisiti richiesti perché i lavoratori possano costituire una rappresentanza sindacale aziendale e godere dei diritti previsti dallo statuto quali ad esempio indizione  di assemblee, spazi per l’esercizio dell’attività sindacale e...

La Corte di Cassazione si è pronunciata con la sentenza n. 14644/13 sul caso di 8 associati in partecipazione per i quali l’Inps, tramite una concessionaria, aveva emesso due cartelle esattoriali per il pagamento di contributi previdenziali ritenendo che, nonostante la qualificazione formale, si trattasse di lavoratori subordinati. La corte di appello di Genova riformava la sentenza di primo grado e rigettava l’opposizione proposta dalla società, rilevando, da un lato, che i lavoratori associati non avessero partecipato al rischio di impresa...

La riforma del Lavoro proposta dal Ministro Fornero interviene su alcuni aspetti della disciplina del contratto di lavoro a tempo determinato. In primo luogo, viene introdotta la possibilità per le aziende di stipulare un primo contratto a termine, purché di durata non superiore a 12 mesi, senza dedurre in contratto alcuna motivazione. In precedenza, l’azienda che non adduceva un motivo di apposizione del termine al contratto di lavoro e che non fosse in grado di dimostrarne in giudizio la sussistenza,...